Come è composto un set da trucco?

I set da trucco sono molto pratici, in quanto ci permettono di avere tutti i prodotti di cui abbiamo bisogno in un’unica soluzione. Come possiamo leggere sul portale web dedicato ai prodotti di bellezza questo tipo di kit è molto amato dalle donne. Vediamo quindi insieme di cosa si compone, e come deve essere un set di qualità.

I kit da trucco possono comprendere vari tipi di accessori. In commercio se ne trovano alcuni con 12, 16, 17 o più pezzi sempre diversi, per soddisfare esigenze varie. Ultimamente possiamo reperire set vegani e cruelty free, ossia non testati sugli animali. Per farli si usano setole antibatteriche e ipoallergeniche che non danneggiano o irritano neanche la pelle più delicata. Nello specifico un simile set può contenere:

  Un flat top kabuki o una spugnetta. Il pennello in questione ha setole molto

Robot da cucina, mille in uno

Uno e centomila per dirla alla Pirandello. Una definizione che calza alla perfezione al robot da cucina che, in realtà, a vederlo, è una macchina sola, ma se si va a contare le sue funzioni è un vero ‘tuttofare’. Fornito di una moltitudine di accessori contenuti nel kit in dotazione (altri possono essere aggiunti separatamente) il robot da cucina può trasformarsi, a seconda delle esigenze, in frullatore, tritacarne, impastatore, centrifuga, spremiagrumi e, se non bastasse, cuoce pure. Vediamolo da vicino per scoprire le sue mille virtù nascoste che fanno di questo apparecchio domestico un vero amico della massaia, che sbriga per lei un’infinità di compiti in cucina, come è ben evidenziato su www.migliorerobotdacucina.it.

Cosa fa, in concreto, il robot da cucina? In primis, frulla. I suoi frullati, omogenei e gustosi, sono un’ottima base per colazioni bio, ma oltre al

Lavatrice, consigli per risparmiare nei consumi

Sono lontani i tempi quando per il bucato si andava ai lavatoi, un ritrovo pubblico dove si sgrassavano a colpi di sapone di Marsiglia lenzuola e indumenti fra una chiacchiera e l’altra. Oggi c’è la lavatrice, meno ‘social’ ma più efficiente. Trattandosi di uno degli elettrodomestici più diffusi, viene da chiedersi quanto consuma essendo spesso e volentieri in funzione, ma se si continua a leggere si scopriranno alcuni semplici trucchetti per ottenere un risparmio energetico con qualche piccolo stratagemma nell’uso della lavatrice. Oggi è ancora più facile usarla, perché mentre prima si doveva fare attenzione ad azzeccare il programma giusto, gli ultimi modelli in commercio sono più intuitivi e non ci chiedono nemmeno di dare gli input ma si autoregolano con nostra grande soddisfazione.

Infatti non si deve più fare attenzione a certi comandi, perché è la lavatrice a sceglierli

Essiccatori per alimenti, non solo per crudisti

L’essiccatore per alimenti, in particolare per frutta e verdura, è un apparecchio che disidrata il prodotto seccandolo ed è particolarmente usato nella dieta crudista, ma non solo. L’alimentazione crudista si basa sull’assunzione di cibi crudi o trattati a temperatura inferiore ai 42 gradi (sopra sarebbero cotti) ma è un dispositivo che sta entrando, in punta di piedi, nelle cucine di molti per la sua funzione essiccante che esalta le proprietà nutritive. L’essiccatore per alimenti consente la conservazione dei prodotti ortofrutticoli permettendone la consumazione anche fuori stagione senza cambiarne il sapore e le caratteristiche organolettiche.

Grazie a questo prezioso alleato in cucina sarà possibile sperimentare ricette nuove e stuzzicanti non solo a base di frutta e verdura, ma ci si potrà sbizzarrire anche nella produzione di crackers e gallette ‘crudiste’ ossia non sottoposte a cottura, ma semplicemente essiccate. Per fare tutto