GIUSEPPE VICINELLI, SINDACO DI SANT’AGATA BOLOGNESE
le interviste di mit, news

GIUSEPPE VICINELLI, SINDACO DI SANT’AGATA BOLOGNESE

Oggi Elisa Petroni e Tommaso Mestria ci fanno incontrare Giuseppe Vicinelli, primo cittadino di Sant’Agata Bolognese. Nato a San Giovanni in Persiceto, nel 1963,  vive a Sant’Agata Bolognese (località Maggi). Ha svolto il servizio militare presso la Polizia di Stato e, nel 1991, ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Bologna. Una volta abilitato all’esercizio della professione di avvocato ha avviato uno studio legale a Sant’Agata Bolognese, occupandosi di diritto civile. Dopo aver frequentato la Scuola Diocesana per Cattolici impegnati in politica, è stato eletto Consigliere Provinciale a Bologna, in qualità di Presidente della Commissione di Bilancio, e prima di diventare Sindaco a Sant’Agata Bolognese è stato, per diversi anni, Consigliere Comunale di minoranza (ndr).

Quali sono i risultati raggiunti dall’amministrazione da lei guidata e quali obiettivi si prefigge fino alla fine del mandato?

In questi anni l’Amministrazione Comunale ha ottenuto un importante riconoscimento a livello europeo per la realizzazione del PAES (piano d’azione per l’energia sostenibile), in quanto è stato il primo classificato in Italia nella fascia dei Comuni 5-20 mila abitanti.

Su snellimento burocratico e pressione fiscale quali sono stati i risultati?

La Corte dei Conti regionale ha espresso un ottimo giudizio sulla corretta e virtuosa gestione amministrativa dell’ente, dichiarando che il Comune di Sant’Agata è stato l’unico della Provincia di Bologna ad avere fornito tutti i dati sulla trasparenza riguardo le società partecipate, oltre a riconoscere che è uno dei sette Comuni della Provincia che ha rispettato la normativa riguardo ai risparmi da conseguire.

Di recente anche il MEF (Ministero dell’Economia) ha espresso un ottimo giudizio sulla gestione del Comune, riconoscendogli un contributo in quanto con spese limitate è riuscito a fornire servizi senza operare tagli ad essi.

Grande risalto sulla stampa nazionale e locale ha avuto il risultato record di tempistica nella trasformazione di terreni da agricoli ad uso industriale per permettere l’ampliamento della Lamborghini Automobili (in pochi mesi si è riusciti a modificare PSC, POC e RUE).

Gli stessi interventi hanno portato, attraverso apposita convenzione, alla realizzazione di due rotatorie e di interventi alla miglioria stradale su arterie importanti, realizzazione di un parcheggio (mediante tombinamento di un canale) e realizzazione di una vasca di laminazione.

Quali vantaggi per la comunità di sant’Agata Bolognese per la realizzazione della centrale biogas?

La raccolta differenziata è aumentata, grazie anche all’incremento del porta a porta ed alla verifica degli abbandoni stradali, superando ad oggi il traguardo del 70%.

In accordo con Hera è previsto un intervento sull’impianto di biogas (uno degli impianti più moderni ed all’avanguardia oggi in Italia) che va a sostituire una discarica (che verrà chiusa definitivamente). Questo stabilimento rispetta completamente il principio dell’economia circolare, nonché le prescrizioni previste in materia ambientale e di emissioni, basti pensare che si risparmieranno 6.000 tonnellate all’anno il consumo di carburante fossile, nonché 14.000 tonnellate all’anno di CO2.

A livello nazionale queste amministrative hanno dimostrato la debolezza di Grillo e la forza di un centrodestra tutto unito. Cosa ne pensa?

Per quanto riguarda la situazione politica a livello nazionale è fuori di dubbio che oramai gli italiani si sono stancati sia dell’arroganza di Renzi e dell’inconcludenza suo partito al Governo e che pertanto occorre che tutte le forze del centrodestra si riuniscano per riprendere la guida del paese, che sicuramente si trovava in una situazione migliore quando nel 2011 Silvio Berlusconi fu costretto a rassegnare le proprie dimissioni.

La sua posizione sull’Europa?

Per quanto riguarda l’Europa è palese l’isolamento e la debolezza dell’italia presso l’Unione Europea, valga per tutti il trattamento che stiamo subendo per la gestione degli immigrati; nonostante le rassicurazioni, l’Italia è stata abbandonata a se stessa a gestire un problema e le risposte del Governo sono del tutto inadeguate. Mai come adesso c’è bisogno di un cambiamento ed è per questo che, per il bene del Paese, bisogna assolutamente vincere le prossime elezioni.

la Redazione

Commenti

24 luglio 2017

About Author

Redazione Raggiungici per le tue osservazioni o invia i tuoi articoli da pubblicare a redazione@modernizzarelitalia.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.
Consigliamo
Trova lavoro con
Tweet recenti Tweet recenti
Chi c'é online
8 visitatori online
5 ospiti, 3 bots, 0 membri