MIT INTERVISTA ANDREA DUSI IDEATORE DI “ITALIA 10 VOLTE MEGLIO”
le interviste di mit, news, politica

MIT INTERVISTA ANDREA DUSI IDEATORE DI “ITALIA 10 VOLTE MEGLIO”

 

Intervista di Tommaso MESTRIA ed Elisa PETRONI ad Andrea DUSI, Poco più che quarantenne, Dusi è l’imprenditore veronese che nella primavera 2016 ha venduto – dopo 10 anni – l’azienda da lui stesso fondata, WhishDays (quelli dei cofanetti Emozione3, per intenderci), cedendola al suo principale competitor, SmartBox, per una cifra che si aggirerebbe intorno ai 20 milioni di euro. Ha radunato intorno a sé altri imprenditori, tutti trentenni e quarantenni, per fondare un nuovo movimento politico e partecipare da subito alle prossime elezioni politiche. La nuova aggregazione si chiamerà “Un’Italia 10 volte meglio”

1) Ci spieghi il progetto di “10 volte meglio”?

Un progetto apartitico che unisce una nuova leadership: imprenditori, manager, professori  ecc.. Senza visione del futuro di un Paese, è come guidare un’automobile senza sapere dove andare. Si continua a giare in circolo. Quello che succede da decenni in Italia

2) Quali sono i punti fondamentali del vostro programma?

Creazione di posti di lavoro e riforma dell’istruzione, per adeguare l’istruzione alle sfide che saranno portate dalle nuove tecnologie i posti di lavoro li creeremo nel Turismo (dove raddoppieremo il peso del turismo sul pil in 5 anni) e attraverso lo sviluppo economico nelle nuove tecnologie mettendo sempre al centro le persone: è chiave riuscire a creare in questo mondo le condizioni affinché le persone sia felici. Sono troppi i drammi sono troppi i problemi.

3) Su riduzione della spesa, del debito e pressione fiscale come intendete agire? 

I Posti di lavoro si creano quando c’è meno stato e più investimenti privati. La direzione chiara è quella di ricondurre nei settori strategici per il Paese, dove l’italia deve e può essere leader nei prossimi 5 anni (intelligenza artificiale, robotica, internet delle cose, biotecnologie, nanotecnologie, …) completa detassazione per 10 anni ed eliminazione imposte dirette.  La spesa pubblica sarà completamente rivista, andando a togliere quegli sprechi legati a decenni di incrostazione e cercando di avere meno stato, meno leggi, laddove non servono e per facilitare un nuovo deal italiano. Se si ha il coraggio di rivedere gli sprechi e gli interessi “sporchi” di questo Paese, si può ridurre la pressione fiscale senza aumentare il debito.

3) Correrete da soli con obiettivo del 3%?

Correremo da soli con l’obiettivo del 6%

4 ) Perchè da imprenditore ha deciso di impegnarsi in politica? Ultimamente va più di moda fare il contrario e lasciare la politica per dedicarsi invece alle proprie attività imprenditoriali..

Perché ci sono momenti in cui nn si può far finta di niente. Le ragazze e i ragazzi italiani hanno perso fiducia nel nostro Paese e nel loro futuro. Non possiamo far finta di niente. Bisogna mettere da parte interessi privati o di grandi lobby per lavorare insieme ad un grande cambiamento. L’Italia può essere la culla  di un nuovo rinascimento culturale, digitale e tecnologica.

5) Se dovesse collocare il neonato movimento lo farebbe più a destra o a sinistra? 

Non è più il momento di pensare secondo i vecchi schieramenti, destra / sinistra o per chi è sempre e solo per il no. E’ il momento di pensare al nostro futuro. E di un cambiamento radicale che non ha un nome e un posizionamento nella politica italiana.

6) La posizione del movimento su temi quali immigrazione e diritti? 

Crediamo sia necessario lavorare sull’integrazione e che su questo tema debba spostarsi la discussione. Non ci può essere accettazione senza integrazione e bisogna quindi lavorare sull’integrazione.

 

 

 

Commenti

16 dicembre 2017

About Author

Redazione


Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.
Consigliamo
Trova lavoro con
Tweet recenti Tweet recenti
Chi c'é online
3 visitatori online
0 ospiti, 3 bots, 0 membri