QUARTO ANNO DI MANDATO PER MORENA MARTINI, SINDACO DI ROSSANO VENETO
le interviste di mit, news

QUARTO ANNO DI MANDATO PER MORENA MARTINI, SINDACO DI ROSSANO VENETO

Elisa Petroni e Tommaso Mestria ci riportano virtualmente a Rossano Veneto (VI) per incontrare nuovamente il sindaco Morena Martini e rivolgerle altre domande nel quarto anno del suo primo mandato (ndr).

Quali sono stati i maggiori risultati ottenuti in questi 4 anni di amministrazione?

Sicuramente i tanti lavori pubblici che sono iniziati recuperando luoghi e strutture esistenti grazie alla costante ricerca di fondi regionali, europei e statali. Ho ereditato un paese fermo e, con grande gioia, posso dire che in quattro anni siamo riusciti a far partire opere per quasi 4 milioni di euro senza aver aumentato di un centesimo le imposte e senza aver contratto mutui o leasing. Aggiungerei anche il contatto umano con la gente: molti miei concittadini hanno imparato a conoscermi e mi testimoniano il loro affetto.

Quali sono le iniziative prossime a cui state lavorando?

Il recupero del vecchio municipio che diventerà la casa delle nostre associazioni di volontariato. 680 mila auro di investimento con un contributo regionale di circa 260 mila euro.

Il prossimo anno con la scadenza naturale della legislatura quali saranno gli indirizzi programmatici da perseguire e consolidare oltre alle alleanze da costruire per il secondo mandato?

Sono sindaco di un comune di ottomila abitanti. Sicuramente mi presenterò con una lista civica. Non avranno posto nella mia lista le persone che mi hanno tradita ma, per il resto, basta che siano persone che abbiano voglia di lavorare e di spendersi per la comunità, al di là della loro appartenenza politica.

La sua posizione in merito allo Jus Solis…

La questione è davvero importante. Credo sia corretto che ci possa essere un percorso obbligatorio di cultura e lingua. Credo, quindi, che la cittadinanza italiana debba essere data a quelle persone che frequentano regolarmente le scuole in Italia almeno fino ai 16 anni. In questo modo hanno la possibilità di conoscere la nostra storia, la nostra cultura e di partecipare veramente ad un processo di convivenza. Tutto il resto è utopia.

Le difficoltà maggiori riscontrate nell’Amministrazione della cosa pubblica. Che consiglio darebbe ad un qualsiasi collega che si appresta per la prima volta ad amministrare?

Il consiglio che mi sento di dare è di attorniarsi di persone fidate. Di preparare progetti di fattibilità continuamente su tutte le strutture che si vorrebbero realizzare e, questo, nei primi mesi del mandato.

Dedicare un giorno alla settimana per la ricerca di bandi e adattare i propri progetti alle richieste dei bandi per i finanziamenti.

Rimanere umili, vicini alla gente. Accogliere tutti, anche quando si è stanchi e si fa fatica. Se una persona viene in Municipio non è mai per farti i complimenti ma per dirti che ha un problema. Ecco, devi fare in modo di metterti al suo posto e avere la pazienza di ascoltare.

Commenti

25 agosto 2017

About Author

Redazione Raggiungici per le tue osservazioni o invia i tuoi articoli da pubblicare a redazione@modernizzarelitalia.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.
Consigliamo
Trova lavoro con
Tweet recenti Tweet recenti
Chi c'é online
12 visitatori online
9 ospiti, 3 bots, 0 membri