ANGELA NAPOLI, SULLO SCIOGLIMENTO DEI CIVICI CONSESSI
news, politica

ANGELA NAPOLI, SULLO SCIOGLIMENTO DEI CIVICI CONSESSI

Ogni volta che giunge la notizia dello scioglimento di qualche Consiglio comunale per infiltrazione mafiosa, leggo commenti e reazioni che, a mio avviso, non fanno altro che avvalorare la bontà del provvedimento amministrativo. Certamente lo scioglimento di un Civico Consesso per infiltrazione mafiosa pesa sui cittadini della comunità coinvolta, la quale quasi sempre è portata a credere alle motivazioni esposte dai politici interessati e finisce col dimenticare eventuali interventi giudiziari che hanno preceduto l’atto amministrativo.

Angela Napoli

Sicuramente preoccupa il fatto che nel giro di soli dieci giorni la provincia di Reggio Calabria abbia avuto lo scioglimento di ben quattro Consigli comunali per infiltrazione mafiosa (Canolo, Gioia Tauro, Laureana di Borrello e Bova Marina), ma ciò dovrebbe far meditare ciascuno di noi, piuttosto che lasciarci andare a pensieri negativi contro il Ministro dell’Interno del momento. Andrebbe sempre ricordato che nessun Ministro dell’Interno può proporre all’intero Consiglio dei Ministri, e poi far ratificare dal Presidente della Repubblica, lo scioglimento di qualsiasi Ente locale, se la stessa proposta non è supportata da una valida relazione che ne contenga le accertate motivazioni.

Va chiesta insistentemente la modifica della norma in questione in modo che possano essere assunti provvedimenti sul personale amministrativo e dirigente (in particolare su quello degli Uffici Tecnici) resosi responsabile, insieme alla parte politica, delle collusioni con i mafiosi. Occorre prevedere il divieto assoluto della ricandidatura di tutti coloro che avevano incarichi di Giunta o di consigliere (maggioranza o opposizione) e che risultano in qualche modo coinvolti nella relazione d’accesso. Dovrebbe essere nominata una terna commissariale con poteri straordinari e che con coraggio intervenga per irrompere su tutto ciò che di negativo emerge dalla relazione d’accesso.

Ai responsabili dei vari Partiti o Movimenti politici, nessuno escluso, dico di finirla con l’alibi della solita cantilena “la responsabilità è personale” (troppo comodo!!!!). Tutti coloro che decidono di scendere in campo e proporsi per amministrare la cosa pubblica e quindi la vita di intere Comunità dovrebbero responsabilmente proporsi con liste elettorali la cui composizione non venga effettuata sulla valutazione quantitativa del risultato elettorale, bensì su quella qualitativa e che sia indicativa della volontà di agire, se eletti, all’insegna della massima trasparenza e sostituendo l’Antimafia dei fatti a quella delle parole e dell’apparenza.

di Angela Napoli, Presidente di RISVEGLIO IDEALE

Commenti

22 maggio 2017

About Author

Angela Napoli Angela Napoli, già deputato (dal 1994 al 2013, è stata componente delle Commissioni Parlamentari Permanenti Cultura, Scienza, Istruzione, Affari Esteri, Affari Sociali e Giustizia della Camera dei Deputati e di quattro Commissioni Parlamentari Bicamerali di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, ricoprendone anche la carica di Vicepresidente) è laureata in matematica, è Preside di Scuola Secondaria Superiore, Consulente della Commissione Parlamentare Antimafia, e Presidente dell’Associazione Risveglio Ideale. In Parlamento ha proposto ed è stata relatrice di molti provvedimenti sull’anticorruzione e sull’antimafia. E’ stata molto vicina ai Testimoni di Giustizia (persone diverse dai Collaboratori di Giustizia!) ed è riuscita a far approvare all’unanimità un’adeguata relazione in merito. Numerosissimi i premi e riconoscimenti che ha ricevuto e che continua a ricevere per il suo impegno sociale, civile e politico e per aver sempre rappresentato la buona e sana Politica in Italia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.
Consigliamo
Trova lavoro con
Tweet recenti Tweet recenti
Chi c'é online
8 visitatori online
5 ospiti, 3 bots, 0 membri