Loading...

Quali sono i diversi tipi di sterilizzatori?

Una macchina sterilizzatrice è uno di quei dispositivi che sono ovviamente decisamente comuni in ogni ospedale, clinica o studio medico. Non è solo necessario per la sicurezza dei pazienti, ma anche per il corretto funzionamento dei processi di sterilizzazione, avere una macchina funzionante ci consente davvero di sterilizzare oggetti e accessori. Gli sterilizzatori utilizzati in ambito medico sono progettati per uccidere batteri, virus, funghi, protozoi e parassiti. Possono anche essere utilizzati per disinfettare le attrezzature chirurgiche che devono essere utilizzate in sala.. Una macchina sterilizzatrice è un dispositivo comune utilizzato da infermieri e professionisti medici ogni giorno.

Tra le più richieste ultimamente troviamo la macchina sterilizzatrice a lampada UV: è una macchina sterilizzatrice molto comune utilizzata in tutti gli ospedali. La macchina sterilizzatrice a lampada UV è stata sviluppata dalla società americana di biotecnologie, Ciba-Geigy Corporation. Questo tipo di macchina viene utilizzata per uccidere vari tipi di microrganismi. Utilizza la luce ultravioletta per uccidere batteri, virus, funghi, protozoi e parassiti. Recenti studi hanno anche dimostrato che le radiazioni UV a onde corte possono eliminare sia il virus COVID-19 che il virus MERS in ambiente ospedaliero, migliorando così la pulizia generale delle stanze dei pazienti, delle unità di terapia intensiva e di altre aree dei pazienti. La macchina sterilizzatrice a lampada UV può sterilizzare la maggior parte delle attrezzature mediche, comprese le autoclavi e gli strumenti chirurgici. Alcune di queste attrezzature possono includere, ma non sono limitati a, guanti chirurgici, cateteri chirurgici, tubi chirurgici, cateteri endovenosi, linee di gocciolamento endovenoso, misuratori di glucosio nel sangue, misuratori della pressione sanguigna, sacche per flebo, tubi sottovuoto, dispositivi medici monouso, suture e bende, siringhe, aghi e altri aghi, e anche artificiali

Gli sterilizzatori a raggi ultravioletti sono spesso utilizzati in combinazione con un altro sterilizzatore che utilizza aria di ozono. L’aria di ozono assicura che la luce ultravioletta utilizzata nel processo di sterilizzazione sia diretta direttamente nei microrganismi senza disperdersi. La luce ultravioletta fa sì che i microrganismi si disintegrino in pezzi più piccoli che vengono rapidamente eliminati dal corpo. Questo processo viene utilizzato in combinazione con un ossidante a base di biossido di carbonio. Questo ossidante contiene anidride carbonica, che lo rende efficace nell’uccidere i microrganismi, garantendo al tempo stesso la corretta manutenzione e l’utilizzo dello sterilizzatore. Alcune di queste lampade UV utilizzano anche idrossido di sodio, che aumenta il tasso di permeazione di ossigeno. nel sistema.

Per avere maggiori informazioni sull’argomento segui il link qui.